Architettura giardini


Royal Garden ha un solo obiettivo: creare spazi dove farvi sentire a vostro agio e in pace con il mondo intero e per questo motivo le sue realizzazioni sono un connubio perfetto di armonia e gioia per gli occhi. Ogni architettura di giardini si ispira a tre macrogeneri (se si possono così definire) di giardino:

Architettura italiana di giardini: queste tipologie di giardini sono la naturale evoluzione dei giardini privati romani, strutturati all’interno delle ville dei personaggi illustri e pensati come luoghi di relax e spiritualità, caratterizzati dalla presenza di siepi alte o basse, sempre sagomate alla perfezione. Primo esempio da citare all’interno dei cosiddetti giardini all’italiana è il giardino del Castello di Firenze, dove è evidente un forte richiamo all’architettura classica. Esempi cardini dell’Architettura all’italiana sono rappresentati dal Giardino di Boboli di Firenze e dal parco immenso della Reggia di Caserta. Tale struttura è tipicamente barocca ed è caratterizzata da aiuole che accompagnano a grandi cascate e fontane fino ad arrivare alle colline limitrofe.

Architettura giardini alla francese: simbolo dell’architettura francese dei giardini è rappresentato dai giardini di Versailles, progettati da André Le Notre. I giardini italiani e quelli francesi hanno una differenza minima, data dalla mancanza, nell’architettura francese, di terrazzamenti, dalla presenza di viste prospettiche corredati da grandissimi viali e di una vegetazione davvero imponente.

Architettura giardini all’inglese: questo tipo di architettura è completamente opposto sia a quella francese che a quella italiana. Nel giardino inglese traspare l’idea di natura selvaggia dove tutto sembra messo lì a caso, seguendo il volere solo della Natura. Questa predisposizione era così forte che gli architetti inglesi iniziarono ad essere soprannominati architetti del verde, i quali, abolendo terrazzi, aiuole e canali, diedero ampio spazio a dolci pendii e alberi isolati.

Ed è proprio grazie agli inglesi che nasce una nuova forma d’arte propria dell’architettura di giardini:  il landscaping, ovvero l’arte di fondere il giardino con il paesaggio circostante.